Due italiane arrestate per il Grindadrap…

Grindadrap_vagur,_faroe_islands

Qualche settimana fa (https://vocidalmondo.wordpress.com/2015/07/28/grindadrap-una-strage-di-cetacei-camuffata-tradizione/) avevamo parlato della strage di balene che ogni anno si “celebra nelle isole Faroer: il grindadrap.

Un evento presentato come tradizione ma che cela, forse, interessi economici non indifferenti per l’economia di queste isole sperdute.

Nei giorni scorsi, questa “manifestazione”, ha finito per interessare direttamente anche la Farnesina. Alice Rusconi Bodin è stata arrestata, proprio nelle isole Faroer, con l’accusa aver interferito con la tradizionale “grindadráp”, la locale caccia alle balene. Un arresto che segue di pochi giorni l’arresto di un’altra italiana Marianna Baldo, anche lei attivista di Sea Shepherd, rinchiusa in carcere lo scorso 23 luglio per lo stesso motivo.

La bodin insieme ad altri quattro volontari dell’associazione Sea Shepherd secondo le autorità sono “rei” di essersi frapposti tra un branco di globicefali che erano stati presi di mira per essere massacrati nel corso di una grindadráp e i cacciatori.
Nonostante la loro azione 61 globicefali sono stati spinti a riva e massacrati a colpi di lance. La loro sofferenza è terminata. Quella dei manifestanti invece è appena iniziata: Rudy de Kieviet, Lawrie Thomson, Tobias Boehm, Alice Bodin e Frances Holtman hanno avuto confiscati i passaporti e sono trattenuti in attesa del processo.
Resta da vedere se e cosa dirà la Farnesina su tutta questa vicenda….
C.Alessandro Mauceri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...