I dati del governo hanno le gambe corte…..

images

Il Viminale ha appena reso noto (con il solito orgoglio) il dato relativo ai crimini commessi nell’ultimo anno: in base ai “numeri” forniti, nell’ultimo anno i reati sono in calo del 9,3%. Il dato è stato diffuso dal ministro dell’Interno, Angelino Alfano, che ha presentato i dati relativi all’ultimo anno di attività delle forze dell’ordine nella tradizionale conferenza stampa di Ferragosto al Viminale. “L’Italia è un posto sicuro nel quale vivere”, ha detto Alfano.
Come ormai consuetudine, però, quella diffusa è solo una mezza verità: il ministro abbia dimenticato di dire che questo risultato è stato raggiunto anche grazie al fatto che molti reati sono stati depenalizzati.
Reati una volta considerato (se non giuridicamente, almeno moralmente) come la detenzione di materiale pedopornografico, la diffamazione, la frode informatica l’appropriazione indebita, il furto “semplice”, l’aver causato lesioni colpose, la truffa, la turbata libertà degli incanti, la violazione di domicilio, la violenza privata, l’istigazione a delinquere, e molti altri dallo scorso anno non sono più, di fatto, reato. Da aprile dello scorso anno, i giudici, possono archiviare un’ipotesi di reato valutando la “tenuità del fatto”.
A confermare il fatto che i “reati” non sono diminuiti, anzi stanno aumentando, è l’Unione europea che nel database ufficiale dell’Eurostat (reso noto nella prima metà dell’anno) ha posto il Bel Paese al terzo posto assoluto per crimini e reati (dopo Germania e Regno Unito e prima di Spagna e Turchia).
Solo gli omicidi sono quasi costanti. In compenso violenze, rapine e furti sono in aumento. Anzi, proprio per questi ultimi, l’Italia vanta il primato assoluto in Europa…
Per non parlare del giro d’affari che ruota intorno al crimine (e, questo, il governo dovrebbe conoscerlo bene, dato che alcuni reati sono stati addirittura inseriti nel calcolo del Pil). Un impero il cui fatturato annuo; secondo gli ultimi dati (quello di Ocportfolio), supera abbondantemente i dieci miliardi di euro.
C.Alessandro Mauceri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...