Le foreste aumentono o diminuiscono? (e in Italia?)

deforestation-405749_640

Stando ai risultati di un recente studio, i cui risultati sono stati diffusi dalla rivista Nature, sulla Terra ci sarebbero circa 3.040 miliardi di alberi, più di quattrocento per abitante (422 considerando che sul pianeta vivono circa 7,2 miliardi di persone).
La novità e l’importanza del dato è che contrariamente alle stime fino ad ora considerate attendibili, questo numero sarebbe quasi dieci volte maggiore di quanto si pensava: fino ad ora gli studiosi avevano calcolato che sul pianeta si trovavano 61 alberi a testa. Il paese più alberato sarebbe la Russia, con oltre 641 miliardi di piante. A seguire il Canada (318 miliardi) e il Brasile (301). Come al solito, molto indietro in questa graduatoria l’Italia: nel Bel Paese ci sarebbero circa 8,8 miliardi di alberi, per una media di 143 alberi a testa, molto al disotto della media mondiale.
Ma se da un lato la notizia di un tale numero di alberi appare positiva, dall’altro ha mostrato un altro dato che invece è preoccupante: i ricercatori hanno calcolato che, ogni anno, vengono tagliati oltre 15 miliardi di alberi. Ciò ha fatto sì che nel corso degli anni il loro numero è diminuito del 46 per cento. Un dato preoccupante non solo per il fatto che le piante d’alto fusto sono una delle maggiori riserve d’ossigeno del pianeta, ma anche per il fatto che con il crescere della popolazione e con la sempre maggiore necessità di trovare nuove aree da destinare alle coltivazioni, la deforestazione sta procedendo a ritmi sempre più veloci. A conferma di ciò il dato rilevato dai ricercatori: le foreste stanno scomparendo e circa il 43 per cento degli alberi si trova nelle zone tropicali e subtropicali, mentre circa il 24 per cento è nelle regioni boreali.
Encomiabile da questo punto di vista la decisione di alcuni paesi “riforestare” intere aree. Lo scorso anno le Filippine avevano stabilito il record mondiale di alberi piantati (in un’ora) nell’ambito di un programma di riforestazione su larga scala approvato dal governo. Nelle scorse settimane Il presidente ecuadoregno, Rafael Correa, ha ricevuto dalla Fondazione Guinness dei primati il certificato di record mondiale per il maggior numero di alberi piantati simultaneamente: sono stati 765.073 suddivisi su 2.269 ettari in diverse località del paese. Anche in questo caso si è trattato di un progetto di riforestazione voluto dal governo di Correa e che prevede programmi simili anche in futuro. Anche il piccolo stato del Bhutan ha voluto fare la sua parte: in occasione della giornata delle Foreste, una squadra di cento volontari ha piantato 49.672 alberi in 60 minuti nei pressi della capitale Thimpu.
Anche in Italia il numero degli alberi è cresciuto, ma solo di un esiguo 0,6% annuo. Un risultato che non ha impedito ai nostri rappresentanti al Consiglio Economico e Sociale Onu (Ecosoc), durante il quale sono stati diffusi i risultati, di vantarsi della performance raggiunta: “Fin dal secolo scorso abbiamo lanciato campagne massicce per il rimboschimento e il Belpaese ora sta attraversando il periodo con il più alto tasso di boschi dei suoi ultimi 500 anni di storia”….

C.Alessandro Mauceri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...