Reporter a mano armata…

reporter

In molti paesi la professione di giornalisti è diventata una vera e propria missione: tra guerre, scontri armati con le bande locali e delinquenza diffusa è sempre più difficile svolgere il proprio lavoro senza rischiare la vita.

Uno dei paesi dove, stando alle statistiche, il lavoro di giornalista è più pericoloso sono le Filippine: secondo un’indagine del Guardian, dal 1992 ad oggi sarebbero stati uccisi almeno 75 reporter. Una situazione resa ancora più difficile dal regime: pare che ad ordinare azioni violente nei confronti dei giornalisti filippini sia gli stessi politici, spesso collegati alla criminalità locale.

Da oggi, però, qualcosa potrebbe cambiare: i giornalisti filippini hanno dichiarato di non essere più disposti a subire queste violenze protetti, nel migliore dei casi, da un giubbotto antiproiettile e molti di loro hanno deciso di proteggersi girando armati. Si sono allenati e hanno deciso di girare armati. E in diverse occasioni hanno risposto al fuoco dei loro aggressori uccidendoli…..

C.Alessandro Mauceri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...