Le autostrade cinesi e quelle in Sicilia …..

2B3C676E00000578-3192422-image-m-70_1439217296970

Mentre in Sicilia, le autorità e il governo stanno ancora decidendo il da farsi per ricostruire l’autostrada Pa-Ct (fino ad ora ci si è limitati a sterili polemiche sulla funzionalità o meno di un pezzo di strada alternativa costruita dal M5S) e il ministro Alfano ha riaperto la discussione sulla funzionalità del ponte sullo stretto di Messina (pur sapendo che il governo di cui lui fa parte lo ha cancellato dalla lista delle grandi opere previste dal Cipe), in Cina è stata data l’ennesima dimostrazione di efficienza nel settore della realizzazione di opere pubbliche.
Nella provincia di Hubei è stata recentemente inaugurata l’autostrada che porta alla città Yichang. Un tratto di strada lungo 173.6 chilometri, che ha compreso la realizzazione di un tratto di più di otto chilometri interamente costruito sull’acqua lungo il corso di un fiume. Un’opera eccezionale la cui costruzione, però, ha richiesto solo due anni per essere completata: i lavori erano cominciati nel 2013. E sarebbero finiti anche prima se i progettisti non avessero deciso, per tutelare l’ambiente e non incidere su flora e fauna locale, di far passare le automobili sopra l’acqua perché le altre soluzioni (le alternative, come realizzare un traforo all’interno della montagna, sono state erano considerate troppo costose, ma anche troppo invasive per l’ambiente). Una soluzione rispettosa dell’ambiente (eco- friendly come si usa dire oggi) che non ha impedito ai progettisti e alle imprese di realizzare l’opera entro i tempi previsti. Senza contare che, alla fine, grazie allo stratagemma adottato, il tempo complessivo di percorrenza del tratto di strada è risultato minore (seppure di poco) rispetto a quanto previsto nel progetto originario.
Un progetto faraonico che è costato oltre 2 miliardi di dollari (2194) in parte messi a disposizione dalla Banca Mondiale decisione che ha influito anche sul costo dell’opera che è costata complessivamente solo 70 milioni di dollari (62,5 milioni di euro). Un’inezia se si pensa ai costi per la realizzazione di opere come l’autostrada Palermo-Messina, costata molto di più (è piena di gallerie) e inaugurata ben diciassette volte, ma ancora non ultimata.
Forse alcuni nostri politici, farebbero bene a fare un viaggio in altri paesi per vedere come si realizzano le opere pubbliche (invece di usare aerei ed elicotteri di stato per andare a sciare o per andare a vedere una partita di tennis dall’altra parte del mondo).

C.Alessandro Mauceri

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...