AAA Cercasi leader per liberarci dal tiranno europeo

di

Jacopo Cioni

L’Europa ha soverchiato qualsiasi regola di civiltà, dove per civiltà si intende la convivenza in equilibrio, una giustizia giusta e equa, una distribuzione del benessere ripartita fra le genti. l’Europa ha fatto perdere a tutti noi ogni logicità ed ogni speranza in noi stessi trasformandoci in cani rabbiosi determinati a mordere chiunque pur di apparire ed vere invece di essere e costruire. Ci hanno voluto cosi, esattamente come siamo e noi li abbiamo accontentati. Mute di cani scodinzolanti al padrone che ci porge una ciotola di pasta e più serviamo e meglio serviamo più la ciotola è grossa. Chi doveva ergersi a difesa ha ottenuto il pasto più abbondante e si è lasciato corrompere. Latra in una gabbia più ampia. E’ forse utopistico pensare che gli eletti, o pseudo tali, a rappresentare la gente, i cittadini, i popoli si debbano occupare di trovare modi e forme per migliorare la vita di chi rappresentano? Ormai è si utopistico perchè un non senso è divenuto il bene comune. Ogni cervello più o meno pensante si aspetterebbe ancora questo, oddio, in Italia oltre il 50% degli aventi diritto ha capitolato, si è arresa ad un inevitabile destino. Il restante però, quello che ancora si reca al seggio e appone una croce, quello ancora ci crede di essere rappresentato o questo o una mera capitolazione ad uno scambio di interesse. Una croce in cambio di un piatto di minestra. Chi è ancora convinto che i rappresentanti che sono alle camere italiane e coloro inviati a Bruxelles siano li per fare gli interessi di 500 milioni di europei? Il loro lavoro a livello nazionale ed a livello Europeo è sotto gli occhi di tutti. Quanti cittadini sono contenti delle politiche agricole? Trucioli di legno per fare il vino, quote latte, sementi sterili, permessi per fare un orto, contratti per importazioni selvagge favoriti, coltivazioni nazionali distrutte, pesca a norma solo per i pescherecci d’altura, totale assenza della preservazione della natura e della biodiversità. Quanti cittadini sono contenti per le politiche economiche? Moneta a debito, protezione totale delle banche i cui debiti sono pagati dai cittadini, aumenti indiscriminati di tasse per far fronte a debiti nazionali contratti per assenza di sovranità monetaria, pareggio di bilancio che permette allo Stato di strapparti ogni soldo sudato, disoccupazione diffusa, salari ai minimi storici e che scendono ancora, diritti sociali in caduta libera, organi di protezione delegittimati. Quanti cittadini sono contenti delle politiche normative? Norme e codicilli che complicano ogni attività con la scusa della sicurezza e della protezione un controllo voluto per paralizzare la volontà e la fantasia, regole e codicilli proteggono i grandi e uccidono i piccoli, regole e codicilli che scaricano le responsabilità degli Stati sui privati, regole e codicilli che ti impediscono qualsiasi difesa dall’attacco dei burocrati dello Stato. Quanti cittadini sono contenti delle geopolitiche europee? Frammentazione e distruzione di tradizioni locali, coabitazione forzata che porta all’odio razziale, scontri politici e non con paesi con cui si dovrebbe dialogare, costante avvicinamento a guerre che da locali diventano globali, totale assenza di una voce comune di tutti i popoli europei nel rispetto del resto del mondo. Insomma, c’è qualche politica Europea che piace alle genti europee e non solo? Io non credo proprio, dei tanti miglioramenti che prometteva l’Europa per bocca dei traditori dell’umanità che l’hanno architettata niente è stato mantenuto. E allora? Allora per quale minchia di ragione stiamo ancora in Europa? Se tutta l’architettura Europea non è favorevole ai popoli perchè i popoli ci sono ancora dentro? A chi è favorevole tutto questo? Alle multinazionali? Alle oligarchie? E questo non vi disturba nemmeno un poco? C’è da domandarsi perché mai le persone continuano a farsi del male accettando di stare e condividere le condizioni imposte. Tutto è configurato in modo assolutamente contrario ad una vita naturale o quantomeno civile. Parlare, relazionarsi, confrontarsi con chiunque è diventato un impresa da gladiatori, nessuno è più disposto ad ascoltare e sull’appreso provare un ragionamento. Tutti sono soloni e tutti hanno le soluzioni anche se non hanno capito assolutamente niente di cosa innesca i problemi della nostra vita odierna. Tutti sono televideo-sapienti e per ognuno la soluzione è raccontata con puntualità e ripetizione. Un episodio grottesco se non assurdo mi è capitato l’altro giorno dal barbiere, un signore affermava, con forza e veemenza, che i problemi che oggi viviamo sono la conseguenza dei bassissimi versamenti pensionistici che le società calcistiche pagano per i giocatori rispetto al resto della popolazione. Come può un cervello essere in un tale stato di corto circuito? Se questa è la conseguenza dell’informazione ed è il livello della media italiana ed europea ogni speranza è persa. Ed io continuo ad insistere, ci vuole un leader, un nuovo messia, un profeta, una figura carismatica che guidi la massa dei pecoroni che altrimenti belerebbero continuando a mangiare erba secca. Non basta conoscere la verità e la realtà delle cause ci vuole una voce che riesca a convincerne le folle. Pecore e cani, l’umanità di oggi. Sarebbe il movimento 5 stelle il movimento 5 stelle di oggi senza Grillo? E Grillo non è forse una voce, un leader che parla alla pancia delle persone? Se solo continuasse con la stimolazione neuronale delle persone mantenendo quella direzione originaria avrebbe un intero esercito al suo fianco. Invece molti degli argomenti iniziali sono ormai disattesi. Rammento “spettacoli” in cui si parlava di denaro a debito, spezzoni sulle energie come fonte di libertà, brani sull’opera dittatoriale oligarchica esercitata sull’Europa. Oggi Grillo e i grillini palano solo di onestà, si importante, ma che non è da sola in grado di cambiare il modo di pensare della gente. Non si comprende che le persone sono disoneste per necessità in assenza di alternativa. Chi non ha denaro per mangiare ruba, chi non ha denaro per lo smartphone oggi ruba perchè quello è lo standard di vita oggi. Alle persone devi presentare delle alternative, delle linee guida che vadano oltre, delle proposte che offrano un’alternativa. Devi mostrare ogni lato dell’eldorado o gli schiavi preferiranno rimanere schiavi cullati da ridondanti voci più confortanti e sopratutto rimbambenti. Speriamo in una guida, una vera, e speriamo non sia arsa sul rogo prima che compia la sua opera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...